70 Anniversario: Dove c’è un bisogno, c’è la cooperazione. Il mondo delle coop. in prima linea nel rispondere ad esigenze di persone e territori

Confcooperative Piacenza festeggia il 70° dalla fondazione e rilancia il proprio ruolo nella società contemporanea

Giornata di reale partecipazione, condivisione e finanche commozione quella che il 28 novembre u.s. ha visto in Palazzo Galli la celebrazione del 70° anniversario dalla fondazione di Confcooperative Piacenza.

Una folta platea di cooperatori oltre ad autorità ed esponenti del mondo imprenditoriale, sociale e istituzionale piacentino hanno seguito con interesse un percorso di introspezione e di analisi che Confcooperative Piacenza ha proposto sotto al titolo “Felicittà, la città che stiamo costruendo”: ovvero la relazione fra la felicità ed il contesto urbano e sociale.

La giornata si è aperta con la disamina del percorso storico dell’associazione dal 1949 fino ai nostri giorni, illustrato dalla ricercatrice Daniela Morsia, mentre Luciano Canova, economista e divulgatore scientifico, ha parlato della fiducia e della sua importanza nella nostra società e di come oggi, spesso, pur con indicatori socioeconomici più positivi che nel passato, la nostra percezione sulla contemporaneità sia invece negativa e pessimistica.

La ‘fotografia’ del mondo cooperativo piacentino è stata fatta dal presidente Daniel Negri, che ha spiegato come dai sei pionieri del 1949 si sia passati alle attuali 107 cooperative, per un totale di oltre 6000 soci, divisi tra servizi, agroalimentare, sociale, abitativo, cultura, turismo, sport e sanità. “Dall’attivismo di alcuni sacerdoti illuminati – ha detto il presidente di Confcooperative provinciale – che hanno organizzato le prime comunità di mutuo soccorso, fatto nascere banche cattoliche e Casse Rurali per combattere l’usura e favorire lo sviluppo dei piccoli imprenditori nelle campagne, fino, e siamo ai nostri giorni, alle cooperative sociali o quelle di comunità, che si occupano dei bisogni delle persone e di animare piccoli paesi nei luoghi più disagiati della montagna”.

“Ovunque ci sia un bisogno – gli ha fatto eco il presidente nazionale di Confcooperative Maurizio Gardini – lì nasce una cooperativa. Il mondo ideale – ha aggiunto – è quello in cui di cooperazione non vi sia più la necessità, essendo soddisfatte tutte le esigenze della collettività. Un mondo che, ovviamente, non è certamente quello attuale né quello che intravediamo per il futuro prossimo, anzi!”

Le conclusioni della giornata sono state tratte dalla ministra alle infrastrutture ed ai trasporti Paola De Micheli, che ha ricordato le sue origini professionali proprio nel mondo della cooperazione, “ambito nel quale – ha detto – sarò felice di ritornare alla conclusione delle mie esperienze politiche ed istituzionali.” Anche la ministra ha voluto sottolineare infine il ruolo, insostituibile, della cooperazione. “Ambiente – ha detto – dove anche chi non ha ingenti capitali ma ha idee e volontà, può intraprendere, o dove, anche chi non ha entrature o appoggi, può costruire un proprio percorso, rimettendo in funzione quell’ascensore sociale che, oggi soprattutto, pare essersi bloccato. Senza parlare poi del mondo squisitamente sociale, del welfare o assistenziale, dove il ruolo dell’agire cooperativo è, di fatto, l’unica risposta a necessità diversamente insoddisfatte.”

La giornata è stata occasione per premiare diverse cooperative piacentine, i cui nomi e motivazioni sono riportati di seguito.

Piacenza, 3 dicembre 2019

ELENCO COOPERATIVE PREMIATE E MOTIVAZIONI

Motivazione:

1° Cooperativa immatricolata in data 28/12/1951, è la più longeva fra quelle ad oggi ancora iscritte all’Associazione;

LATTERIA SOCIALE SAN PIETRO IN CORTE p.s.c.r.l.

  1. Pietro in Corte di Castelvetro Piacentino

COSTITUZIONE: 5/12/1921

Presidente: Giuseppe Guzzoni

Attività: Lavorazione latte conferito dai soci e produzione formaggio Grana Padano DOP e burro.

Motivazione:

Cooperativa con più occupati: ad oggi i lavoratori impiegati sono pari a 1700 unità; San Martino, oltre ad essere la più grande impresa cooperativa piacentina, è l’impresa privata più dimensionata per numero di occupati del nostro territorio;

SAN MARTINO Soc. Coop. a r.l.

Piacenza

COSTITUZIONE: 25/11/1986

Presidente: Mario Spezia

Attività: Servizi di logistica; facility management; pulizie civili, industriali, sanitarie; confezionamento industriale.

Motivazione:

Cooperativa più femminile (fra le cooperative ad elevato impiego, sono ben 350 le componenti femminili facenti parte della base sociale, su un totale di 373 lavoratori, la percentuale ‘rosa’ è quindi del 94%);

UNICOOP Cooperativa Sociale a r.l.

Piacenza

COSTITUZIONE: 15/03/1986

Presidente: Valentina Suzzani

Attività: Progettazione e gestione di servizi socio-assistenziali ed educativi per anziani, prima infanzia, disabilità, giovani; attività di animazione/formazione.

Motivazione:

1° Cooperativa di comunità ovvero la prima cooperativa piacentina che si è costituita come Cooperativa di comunità, a cui se ne sono aggiunte altre, tutte aderenti a Confcooperative;

COOPERATIVA DI COMUNITÀ VAL NURE Società Cooperativa Sociale

Ponte dell’Olio

COSTITUZIONE: 28/09/2017

Presidente: Samuele Risoli

Attività: Valorizzazione prodotti del territorio per la promozione della valle attraverso lo sviluppo di aggregazioni, relazioni e collaborazioni nella comunità.

Motivazione:

1° Cooperativa tra Professionisti si tratta della prima cooperativa che ha adottato la formula S.c.t.p., ovvero Società cooperativa tra professionisti;

AGRISILVA Società Cooperativa tra professionisti

Piacenza

COSTITUZIONE: 20/04/2017

Presidente: Claudio Piva

Attività: Consulenza agraria fornita da agronomi; consulenze specialistiche in campo agricolo.

Motivazione:

Cooperativa con CdA più giovane: i soci fondatori sono tutti giovani, con età media dei componenti del Consiglio di Amministrazione di 27 anni;

MAGNIFICA UNIVERSITÀ DI VAL NURE Società Cooperativa Sociale

Farini

COSTITUZIONE: 16/11/2018

Presidente: Gabriele Gioia

Attività: Cooperativa di comunità, gestione impianti sportivi e valorizzazione del territorio attraverso l’organizzazione di eventi ed attività atti a promuovere lo sport e l’aggregazione tra le persone.

Motivazione:

Cooperativa più inclusiva: si tratta della cooperativa che impiega il maggior numero di persone svantaggiate (64 lavoratori svantaggiati su un totale di 145 dipendenti, con una percentuale del 79% sulla restante forza lavoro)

GEOCART Società Cooperativa Sociale a r.l.

Piacenza

COSTITUZIONE: 26/09/1995

Presidente: Sergio Bernini

Attività: Cooperativa sociale di inserimento lavorativo: progettazione, realizzazione e manutenzione di aree verdi; gestione servizi di igiene ambientale; gestione centro socio-riabilitativo diurno per disabili; progettazione di interventi con ausili informatici per disabili.

Motivazione:

Cooperativa più montana, vale a dire con la sede in territorio a maggiore altitudine, a Selva di Ferriere – m.1.110 s.l.m.;

COOPERATIVA DI FORESTAZIONE DI SELVA P.s.c.r.l.

Selva di Ferriere

COSTITUZIONE: 08/03/1978

Presidente: Gianni Toscani

Attività: Lavori agricoli di forestazione e sistemazioni idraulico-forestali; opere di contrasto al dissesto idro-geologico e manutenzione del territorio.

Motivazione:

Cooperativa a management femminile da più tempo (la presidenza è ‘rosa’ a partire dal 1993, con Alfonsina Poncini)

PIETRO PRATI Società Cooperativa

Piacenza

COSTITUZIONE: 03/08/1973 (nata come Prampolini, nel ‘94 passaggio a Pietro Prati)

Presidente: Gianna Vitali

Attività: Servizi sociali di fabbrica, sportelli sociali e servizi a supporto delle persone in azienda.

Menzione speciale per il supporto al settore lattiero-caseario:

CONSORZIO CO.LAT. Soc. Coop.

Fiorenzuola D’Arda

COSTITUZIONE 27/02/1976

Presidente: Giancarlo Pedretti

Attività: Gestione laboratorio analisi del latte ed assistenza tecnica ai caseifici. Controllo elementi quali-quantitativi per la valorizzazione del prodotto.