COMUNITÀ CULTURA PAESAGGI

GIOVEDÌ 20 GIUGNO 2019 9.00 / 13.00 – AULA MAGNAVIALE A. MORO 30 – BOLOGNA

La giornata vuole far conoscere e riflettere insieme sulle esperienze di comunità che si sono impegnate a dare valore al proprio territorio riconoscendo nel paesaggio l’elemento qualificante della loro vita e del rapporto con il territorio, e quindi da salvaguardare.

L’occasione è quella di presentare l’esperienza del Consorzio degli Uomini di Massenzatica, candidato per l’Italia al Premio del Paesaggio del Consiglio di Europa, comunità con origini nel Medioevo, quando le terre intorno all’Abbazia di Pomposa furono concesse alla popolazione locale per esercitare il pascolo, e a seguito del lavoro e delle bonifiche operate dai beneficiari, sono state restituite all’agricoltura, dando vita così a una particolare modalità di gestione della terra, che risulta, in base alla motivazione del premio, ‘dimostrazione esemplare di come i valori sociali e culturali espressi dal e nel paesaggio siano presupposto per l’attuazione di programmi di sviluppo sostenibile a beneficio della comunità locale, in grado di contrastare i fenomeni di abbandono e degrado, salvaguardare l’identità dei luoghi tramandata dalla storia e promuovere modelli operativi fondati su principi etici di solidarietà’

Ed è sempre dalle comunità che abitano un luogo che nascono le cooperative di comunità.
In situazioni dove è rarefatta la presenza di servizi pubblici e di mercato, le aggregazioni, contemporaneamente culturali, sociali ed economiche, volgono lo sguardo al patrimonio materiale e immateriale presente per renderlo nuovamente comune, riconoscerne funzioni e valorizzazioni nuove e capaci di attrarvi nuovamente interessi di vita e professionali. Le cooperative di comunità si inseriscono quindi nella lunga tradizione dei commons ambientali, non nuova e anzi tradizionale soprattutto nell’ambito forestale (usi civici, comunalie, regole, associazioni fondiarie,….), valorizzando economicamente le risorse per intercettare nuove domande di fruibilità del territorio.
Tutte queste esperienze rendono effettiva una nuova visione e definizione di paesaggio come ecosistema e mettono in campo l’intraprendenza delle popolazioni locali e il loro intento di stare sul territorio, con un senso nuovamente intergenerazionale, come approccio necessario alla sua salvaguardia.

Programma

9,00 Registrazione 9,30 Saluti

Paolo Ferrecchi

Direttore Generale
Cura del Territorio e dell’Ambiente

Anna Mele

Osservatorio Regionale
per la qualità del paesaggio ER

Corrado Azzollini

Direttore del Segretariato Regionale per l’Emilia-Romagna MiBAC

Cristina Ambrosini

Soprintendente Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara MiBAC

Interventi

10,00 Presentazione del Candidato Italiano alla VI edizione del Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa:CONSORZIO DEGLI UOMINI

DI MASSENZATICA: TRA TERRA E ACQUA, UN ALTRO MODO DI POSSEDERE

Carlo Ragazzi

Presidente del Consorzio degli Uomini di Massenzatica

10,30 Tavola Rotonda

ESPERIENZE DI COOPERATIVE DI COMUNITÀ FUORI E DENTRO REGIONE coordina Giovanni Teneggi Referente nazionale Confcooperative per la cooperazione di comunità

intervengono

Sabrina Ciancone

Comune Fontecchio (AQ)

Elena Marsiglia

Isola dei TRE PONTI – Cooperativa Sociale Monticelli D’Ongina (PC) –

Walter Materassi

Foiatonda – Cooperativa di comunità di Madonna dei Fornelli (BO) –

Cinzia Ferraresi

100 Laghi – Cooperativa di comunità Corniglio (PR)-

Antonio Zandegiacomo

Auronzo Val d’Ansiei – Società Cooperativa Agricola– Auronzo (BL) –

Oreste Torri

Valle dei Cavalieri – Cooperativa di Comunità Succiso (RE) –

12,30 Dibattito e Domande

conferma la tua presenza sul sito della Regione Emilia-Romagna

https://bit.ly/2EYo2qF

Il convegno da diritto a:
• 4 CFP attribuiti dalla Federazione Ordini Architetti P.P.C. Emilia Romagna