Pronto, L’Arco? Il supporto telefonico degli operatori della cooperativa sociale piacentina

Quante volte abbiamo detto finalmente a casa, con la consapevolezza però che in qualunque momento avremmo potuto riprenderci la libertà di uscire dalla nostra casa o qualcuno potesse venirci a trovare o andare noi a trovare qualcuno. Questo è il momento in cui tutto ciò non è possibile. L’Arco c’è e ha deciso di entrare nelle case, nelle stanze e sedersi virtualmente accanto alla persone che lo desiderano per scambiare qualche parola.

La cooperativa sociale piacentina mette a disposizione due operatori (Monica, psicologa e mediatrice familiare, 389.2870093, e Alessandra, counsellor professionista, 380.1761297) per fissare un appuntamento telefonico. Il servizio è rivolto a tutti, sia a chi in questo momento sta lavorando in qualunque settore, sia alle persone che vivono la solitudine, la costrizione domestica, la disabilità, la malattia, o ancora, per chi desidera un confronto su situazioni di conflittualità, o anche solo sulla gestione dei figli.

Commenta così Paola Bersani, presidente dell’Arco: “Vogliamo testimoniare che la vicinanza non è solo fisica e possibile solo con persone conosciute, La vicinanza in questo momento è un numero di telefono che risponde, è una voce sconosciuta che sa come tenere compagnia e trovar

 

e le parole per un confronto.”